anni60news

Bilanci non approvati: commissariati 35 comuni messinesi

Scritto il 10/09/2018
da Chiara Lazzaro

Sono trentacinque i della provincia di Messina che sono stati commissariati dall’Assessorato regionale delle Autonomie locali e della Funzione pubblica per non aver ancora approvato i bilanci di previsione per gli esercizi finanziari 2018/2020.

La Regione ha, pertanto, attivato, così come annunciato diverse volte, la procedura sostitutiva con l’invio dei commissari ad acta, funzionari regionali incaricati con decreto della dirigente generale del Dipartimento delle Autonomie locali, Margherita Rizza.

Nel mirino dei commissari Alcara Li Fusi, Barcellona Pozzo di Gotto, Capizzi, Castel di Lucio, Ficarra, Fiumedinisi, Francavilla, Furci, Gioiosa Marea, Graniti, Gualtieri Sicaminò, Librizzi, Lipari, Mirto, Mistretta, Monforte S. Giorgio, Mongiuffi Melia, Montagnareale, Motta d’Affermo, Pace del Mela, Patti, Roccalumera, San Fratello, S. Salvatore di Fitalia, S. Agata di Militello, S. Angelo di Brolo, S. Domenica Vittoria, Saponara, Spadafora, Taormina, Terme Vigliatore, Torregrotta, Torrenova e Villafranca.Commissariato anche il comune di Messina.

Gli incaricati procederanno preliminarmente ad accertare lo stato del procedimento, prima di insediarsi per procedere all’attività di impulso e/o sostitutiva, convocando eventualmente il Consiglio comunale. Qualora l’organo consiliare non dovesse approvare il bilancio 2018/2020 entro il termine assegnato, si attiverà la procedura per lo scioglimento.